Abito a Roma da sempre, e a Roma ho avuto le mie maggiori soddisfazioni personali e professionali della mia vita.

matura-piedi-fetishHo lavorato nella città eterna, mi sono sposata, e purtroppo nella città dell’urbe ho perso anzitempo il mio consorte, rapito da un improvviso incidente stradale.

Da allora la mia vita si era come fermata, ma adesso alle soglie della cinquantina, dopo 8 anni passati a compiangermi per la sfortuna occorsami, voglio ritornare a vivere, e voglio iniziarlo a rifarlo dalla…camera da letto.

Nel passato sono stata molto disinibita, e non ho problemi a dire che mi sono divertita con innumerevoli amici, mio marito appoggiava questo mio modo di fare, e tante sono state le avventure che abbiamo vissuto insieme.

Insieme abbiamo conosciuto il piacere del sesso di gruppo, e sempre con lui ho provato l’eccitazione dell’esibizionismo “spinto”, quell’esibizionismo che ci permetteva, nei parchi attorno alla nostra città, di fare eccitare innumerevoli guardoni.

Ricordo con piacere ancora, come lui mi ha plasmato a sua immagine.

Sono arrivata al matrimonio vergine, retaggio di una famiglia d’origine bigotta ed estremamente cattolica, con il mio uomo che aveva sicuramente molta più esperienza di me.

Grazie a lui ho conosciuto il piacere del sesso, quel sesso legato principalmente al soddisfacimento di un giovane corpo di ragazza inesperta.

Quel corpo negli anni è cambiato, ma mai ha perso il piacere di godere di una bella verga maschile, o di dare piacere con quella bocca che prima del matrimonio era usata solamente per qualche casto bacio, da depositare esclusivamente sulle guance del mio amato.

Lui era principalmente un cultore dei piedi, e mi ha instillato questa passione che ormai fa parte di me e senza la quale non potrei sopravvivere.

Curo particolarmente i miei piedi, li coccolo, li vezzeggio e spesso toccandoli sento sensazioni sopite da molto, troppo tempo.

Per questo cerco un amante dei piedi, che come me si ecciti adorandoli e coccolandoli.

Questa passione è, secondo me una delle più belle, ricordo ancora quando il mio Graziano s’inginocchiava dinanzi ad essi, e con perizia li massaggiava.

Il suo sapiente tocco, e soprattutto la sensazione di “avere ai miei piedi” l’uomo della mia vita, mi provocava delle scosse di eccitazione inimmaginabili, ricordo ancora con piacere come il fremito s’impossessava del mio corpo, e si propagava fino al basso ventre, facendomi bagnare in mezzo alle cosce.

Non cerco adesso amore, ma cerco qualcuno che possa farmi ricordare quelle sensazioni, sensazioni trasgressive e altamente frizzanti.

Mi piacerebbe per questo trovare un amico più giovane di me, che con il suo vigore mi possa far risentire quella donna da letto, che tanto piacere ha donato e ricevuto nel passato.

Non precludo nessuna situazione, ma vorrei che il mio nuovo amico avesse lo stesso piacere che aveva il mio defunto marito, nell’adorazione dei miei piedi.

Sono sicura, infatti, che se questo avvenisse, tutti i ricordi passati potrebbero risalire immediatamente a galla, e per questo potrei ritornare a essere quella femmina da letto, che da tempo ormai era stata relegata in un dolore difficile da sconfiggere.

Vuoi conoscermi? Iscriviti gratis adesso!