Tutti noi, anche coloro che hanno la ragazza più disinibita, abbiamo dei desideri sotto le lenzuola (o in altri posti, perché anche questa di fatto è una fantasia spesso proibita) che non possiamo realizzare.

Si parte dal classico: “Come posso convincere la mia ragazza a provare il sesso anale?” ad altre “perversioni ” più o meno rare.

L’elemento comune è quasi sempre l’incapacità di convincere le nostre signore ad aprirsi e accontentarci nelle nostre fantasie e immagino sia questo il motivo per cui tu sia qui a leggere questo articolo.

Su questo sito abbiamo già sfiorato l’argomento nel manuale su come convincere la propria ragazza a fare sesso in tre, un’altra delle fantasie più comuni per i maschi, e naturalmente il modo per ottenere questo e altri risultati ha elementi in comune e differenze.

Prima di andare a vedere alcuni consigli su come, in maniera efficace, spingere la propria ragazza fuori dalla sua tana dove si è rintanata verso il nostro punto di vista, è necessario fare una premessa.

I consigli che troverai in questo articolo, come in qualsiasi altro manuale di seduzione, non sono assoluti. Non sono delle regole precise né un ricettario che basta seguire alla lettera per avere la risposta che stavi cercando.

Quando il materiale con cui si lavora non è un oggetto fisso ma delle persone, ognuna di loro con il proprio carattere e sentimenti, è difficile redigere un “manuale delle istruzioni” che sia efficace nel 100% dei casi.

Il modo migliore per darti la risposta alle domande che ti stai ponendo è quella di formulare dei casi. Ad esempio, la tua ragazza ti dice di no perché:

  • Non si sente a proprio agio con il proprio corpo.
  • Trova che sia immorale fare certe cose a letto.
  • Ha paura del dolore / ritiene che non sarebbe piacevole farlo.
  • Ha dei preconcetti e dei pregiudizi nei confronti di questo tipo di sesso.

Dopo aver formulato i casi singoli, si passano ad analizzarli seguendo gli insegnamenti di professori e psicologi, oltre a quelli di altre persone che si sono ritrovati nella nostra stessa situazione.

Ad esempio, non è raro che la propria ragazza veda in maniera negativa una nuova esperienza a letto.

Questo perché la società etichetta molte di queste pratiche come la più concreta manifestazione di una mancanza di vero affiatamento della coppia, che cerca in nuove pratiche un modo per riempire un buco che si trova tra di loro (evitando i giochi di parole).

Il terapista del sesso Marty Klein, in una sua pubblicazione a riguardo, ha infatti stilato una lista dei grandi pregiudizi nei confronti di queste pratiche, che vanno dalla paura dell’intimità alle ferite psicologiche.

Fortunatamente ci sono però molte coppie che stanno scoprendo, piano piano, il piacere dello sperimentare e si spera che un giorno questi luoghi comuni spariscano come hanno fatto molti altri prima di loro.

Sempre Klein ha anche stilato una lista di aspetti realmente positivi di queste pratiche, come la possibilità di essere elastici, divertenti e intendere il sesso come qualcosa di più divertente del mero sfogo fisico. Solitamente inoltre coinvolgono una grande comunicazione e immaginazione che potrebbe andare sparendo nella camera da letto tradizionale.

Questi sono tutti aspetti fondamentali a cui puoi fare appello nel cercare di convincere la tua amata, prima ancora di andare a vedere come affrontare i singoli casi di cui abbiamo parlato sopra.

D’altronde, come ci ricorda la giornalista Jen Kim, l’opinione pubblica nei confronti dei fetish muta nel tempo e quelli che un tempo erano ritenuti inaccettabili (come la lingerie o i seni prorompenti) sono diventati la normalità al giorno d’oggi.

Possiamo quindi sperare che l’opinione pubblica ci venga incontro (dato che in questo caso possiamo farci ben poco) mentre per la nostra compagna… andiamo a vedere qualche consiglio su come renderla meno restia a seguire le nostre passioni.

Limiti che puoi e non puoi superare

Prima di andare avanti sento che è importante ribadire un concetto: la riuscita nella tua opera di convincimento sarà determinata dai consigli che ti daremo, dalla tua capacità di metterli in pratica e, non per ultima, dalla tua compagna.

Mi spiace dire che se una donna trova aberrante una pratica, come ad esempio il sesso anale, perché magari ha avuto esperienze negative in passato, difficilmente riuscirai a farle cambiare idea. E anzi: il tuo insistere su questo aspetto potrebbe avere dei risvolti molto negativi.

Ricorda: mai mettere all’angolo la tua ragazza, perché potresti non volere le conseguenze che ne deriveranno.

Detto questo, andiamo a vedere i modi migliori per affrontare ogni caso di rifiuto delle nostre proposte.

Non si sente a proprio agio con il proprio corpo

Questo è un quadro più comune di quanto non potresti pensare: molte coppie, soprattutto nel primo periodo della loro relazione, trovano difficoltà ad aprirsi dal punto di vista sessuale perché uno o entrambi i partner si trovano a disagio con il proprio corpo.

Nell’uomo solitamente avviene quando ci sono quei complessi dettati dalle convenzioni sociali: se l’uomo non è alto un metro e ottanta, non ha un pene di trenta centimetri e i muscoli in evidenza, potrebbero crearsi dei complessi che potrebbero minare la sua autostima. Il che non si manifesta per forza nell’incapacità di mostrarsi senza vestiti, ma anche in problemi di impotenza.

Nelle donne queste ferite sono ancora più profonde, in quanto i canoni della società sono ancora più ferrei con loro ed è ancora più evidente quando non vengono rispettati.

In una donna, qualche chilo di troppo sono molto più evidenti di qualche centimetro in meno nell’uomo, e spesso le nostre compagne si portano addosso umiliazioni e svilimenti da relazioni precedenti, più o meno romantiche.

Per questo non è raro che la tua ragazza accetti un rapporto fisico tradizionale ma che tenda a non schiodarsi da lì.

Anche aspetti che solitamente ormai fanno parte della routine sessuale come il sesso orale possono diventare enormi impedimenti e la ragazza troverà scuse a riguardo.

In questi casi mi spiace dire che non esiste una soluzione immediata. Dovrai lavorare sodo e a lungo per dimostrarle che per te lei è perfetta in ogni suo aspetto. Non vuole radersi là sotto? (questa può essere una scusa per non ricevere sesso orale o un motivo per cui vergognarsene) Falle capire che non ti interessa.

Dimostrale che sai apprezzare il suo corpo in qualsiasi modo e nel caso ci siano delle ritrosie da parte sua, prova a chiederle il contrario.

Chiedile: “Tu proveresti disgusto se io avessi qualche chilo di troppo? Se non mi fossi rasato là sotto? Se avessi delle smagliature?”

La maggior parte delle volte questi disgusti non derivano da una preferenza precisa, quanto a una bassa autostima che non proietterebbero mai verso di noi.

A quel punto chiedile perché mai tu dovresti provare disgusto verso di lei? E che sia chiaro che per te è la donna più bella del mondo.

Come ho detto questo genere di pratica richiede molto molto tempo, ma se saprai investirlo nei suoi confronti, ti ritroverai con una donna sicura di sé… e non c’è niente di più sexy.

Trova che sia immorale fare certe cose a letto

Questo è un altro punto dolente e più difficile da affrontare. Innanzitutto è necessario capire questa immoralità da cosa deriva, se da delle credenze religiose che le proibiscono di fare una determinata cosa (e in quel caso fai prima a rinunciare, perché altrimenti dovrai mettere in discussione tutta la sua fede) o se da semplicemente l’insegnamento che le è stato dato dall’ambiente scolastico e/o familiare.

Nel secondo caso, il tuo scopo è quello di allontanare la sua mentalità dal collegamento fetish – immorale.

Come fare questo? Innanzitutto rendilo un argomento di discussione, facendo rimanere la cosa semplicemente sull’innocente. Chiedile se ha mai avuto fantasie sessuali che si discostano dal sesso tradizionale, anche posizioni o cose leggermente fuori dalla norma possono andare bene. Falle capire che è una semplice curiosità e che non ci sarebbe niente di male.

Sia che lei si apra o no, quando verrà il tuo turno parlale delle tue fantasie più innocenti, stando attento a puntare l’attenzione su quanto piacere potrebbe provare lei e sul valore che avrebbe all’interno della coppia, come cementerebbero la vostra relazione permettendo di aprirvi ancor di più l’uno con l’altro.

Tieni anche in mente quanto si è detto prima, che queste attività aiutano la creatività, la comunicazione e il divertimento.

Puoi aiutarti con immagini e informazioni per farle toccare con “occhio” l’argomento, ma evita i siti porno. Se la morale è il problema, portarla su un sito a luci rosse forse non è il modo migliore.

Anche nel caso in cui dovessi avvalerti di questi filmati, scegli quelli meno forti. Vuoi introdurla al sesso anale? Non far vedere un video in cui una donna prende una trave dietro e grida come un’ossessa, non aiuterà la tua causa.

Mostrale invece degli amplessi dolci e rilassati, mostrandole che certe cose non sono per forza relegate al mondo della pornografia, ma che fanno parte della routine di molte coppie.

Potrebbe anche aiutare, e questo consiglio non si limita a questo semplice caso ma ad ogni situazione, nel caso la vostra compagna si sia aperta nei vostri confronti al punto da dirvi le sue fantasie, quello di soddisfarne alcune.

Dimostrale che il tuo interesse nell’argomento era principalmente per il suo piacere e puoi stare sicuro che sarà più ben disposta ad accontentare anche le tue richieste.

Importante: come ci ricorda la giornalista Sarah Stefanson, un aspetto fondamentale in questa sezione è la paura che potrebbe avere la nostra donna nei confronti del nostro punto di vista. Se le brave ragazze non fanno certe cose e lei dovesse accontentarci, potrebbe aver paura che noi la si veda diversamente dopo.

Per questo è essenziale ricordarle che in nessun modo quello che state per fare cambierà l’opinione che abbiamo nei suoi confronti e che l’unica cosa che dimostra è che ha fiducia in noi al punto di uscire dalla sua zona comfort, cosa che può farci solo che felici.

Ha paura del dolore / ritiene che non sarebbe piacevole farlo

In questo caso la tua situazione si divide in due casi. Se la tua ragazza ha il terrore di provare dolore o ha una soglia di sopportazione di quest’ultimo bassissima, difficilmente riuscirai a introdurla a delle pratiche che coinvolgono direttamente il dolore, a meno che non sei lei stessa a procurartelo.

Però la paura per il dolore o il non vedere il piacere nell’atto possono condizionare anche pratiche che non devono per forza essere associate a questo aspetto, come il sesso anale.

Statisticamente parlando, una buona parte degli uomini trovano questa pratica alquanto interessante e vorrebbero provarla, di tanto in tanto. Al contrario molte donne si oppongono strenuamente, per diversi motivi: non è igienica, non è piacevole ed è dolorosa.

Sono tre punti che in realtà hanno del valore dietro. È ovvio che per poter provare l’ingresso posteriore è necessario un particolare tipo di igiene che potrebbe essere alquanto tedioso per la donna. Quindi se si oppone su questo punto, magari proponilo come una tantum ogni tot rapporti, per cambiare un po’ le cose.

Di fatto, diciamocelo, farsi un clistere ogni tanto fa anche bene alla salute perché ti permette di ripulirti, quindi se una cosa è piacevole e ti mantiene sana, cosa chiedere di più?

Alcuni studi suggeriscono di fare diventare la stessa pulizia, magari quella esterna, parte del gioco, facendo un bagno o una doccia insieme e con una musica rilassante.

Il piacere e il dolore sono spesso collegati e in questo caso più che mai, considerato che l’ano è pieno di terminazioni nervose che se stimolate nel modo giusto, possono provocare molto piacere e, se nel modo sbagliato, possono dare origine a dolore.

Una piccola percentuale delle donne che hanno paura del dolore è perché l’hanno provato in passato e non è stata un’esperienza piacevole.

In questo caso come fare? Ci sono una serie di punti che possono aiutarti nella tua pratica di convincimento:

  • Mostrale del materiale (come abbiamo detto prima, video in cui il sesso anale è visto come una cosa dolce e piacevole e non necessariamente violenta).
  • Dimostrale che hai un piano per evitare il dolore. Dille che andrete con calma, un passo alla volta, con abbondante lubrificante e che il tuo obiettivo è quello di renderla per lei un’esperienza estremamente piacevole.
  • Comincia con una stimolazione manuale e orale, prenditi il tuo tempo prima di anche solo avvicinare il tuo pene a lei e non affrettare le cose.
  • Rilassala al massimo: se arriva in camera da letto con la tensione per quanto sta per accadere, anche la sotto sarà tutto più teso con il rischio di renderlo doloroso decisamente più probabile. Per questo è il momento ideale per essere un romanticone: musica di atmosfera, candele e massaggi. Falla diventare creta tra le tue mani prima di avvicinarti alla terra promessa.

Se convincere la tua ragazza a provare la porta del retro è difficile, lo è ancora di più completare un rapporto del genere o farlo una seconda volta.

Per molti uomini è spontaneo, al primo segnale di dolore, cercare di velocizzare il tutto in modo da far passare quel momento e che arrivi il piacere.

Però ricorda che l’ano è molto diverso dalla porta di ingresso: avrai bisogno di veramente tanto lubrificante, andare piano e stare attento ai suoi segnali di pericolo. Se prova dolore, fai un passo indietro e poi riparti con calma.

Il dolore però non è associato solo a questa pratica, nel caso volessi provare fantasie che lo coinvolgono direttamente, come candele e frustini, potresti proporle il ruolo attivo per le prime volte. In modo che lei non senta il dolore, si goda il ruolo di dominazione (vedesi il penultimo punto dell’articolo) e veda quanto piacere può derivare da quel tipo di stimolazione.

Dimentica il porno

Nell’ultimo punto ci siamo focalizzati sul sesso anale e questo avvertimento che ti sto per dare vale particolarmente per quell’aspetto, ma non solo.

Quando si parla di fantasie sessuali o fetish è ovvio fare dei paragoni con i porno che abbiamo visto, immaginando scene simili nella camera da letto.

Ecco: dimentica tutto quello che hai imparato dal porno. Per quanto ci piaccia immaginarci nelle medesime situazioni, ricorda sempre che quelli che stai vedendo sono dei professionisti che prendono delle precauzioni, anche drastiche, per poter svolgere le acrobazie che vedete al di là dello schermo.

Del sesso anale estremo e violento come quello di questi video non solo può distruggere le vostre possibilità di farlo nuovamente, ma anche causare traumi mentali e fisici per la vostra amata e perdere completamente la sua fiducia.

Quindi, di nuovo, informati a riguardo di ogni pratica che vuoi proporre prima ancora di parlare con lei.

Devi essere perfettamente consapevole di cosa accadrà e di come muoversi per sfruttare al meglio l’occasione e per non farla diventare una tragedia in camera da letto.

La popolarità aiuta

In precedenza abbiamo detto che affrontare le tue fantasie in ordine, in modo da introdurle alla tua ragazza in maniera graduale può aiutare.

In questo caso però viene da chiedersi da dove cominciare, in quanto si ha paura di fare il passo più lungo della gamba.

Un modo per evitare questo potenziale problema è quello di seguire un ordine di popolarità, in modo da aumentare, statisticamente parlando, le nostre possibilità di successo. Cosa intendo? Semplicemente di provare le pratiche più apprezzate in camera da letto. E quale di queste si trova al vertice? Curiosamente, la dominazione.

Le pratiche BDSM non solo si trovano al primo posto secondo uno studio di The Richest, ma il professore di educazione sessuale Debby Herbenick ha identificato il suo successo nella grande varietà di attività che ha al suo interno.

Infatti l’elasticità del genere ci permette di spaziare e di scegliere l’attività più adatta alla nostra consorte: è probabile che la maggior parte delle donne possa essere disgustata o spaventata se i loro mariti, dal niente, provano a proporre una pratica di sadomaso estrema, ma lo stesso non si può dire di altre pratiche minori.

Ad esempio lasciare a lei il pieno controllo o l’utilizzo di manette sono un modo per stuzzicare l’interesse della vostra donna (in quanto è una fantasia abbastanza comune, dato che nella nostra società spesso sono loro a subire la dominazione e lo scambio di ruoli è sempre intrigante) e portarle sulla via della “perversione”.

Un’altra pratica molto diffusa e abbastanza innocua da proporre è il gioco di ruolo. Recitare una parte che esula dalla vostra vita, indossare dei costumi e riproporre situazioni che non vivresti normalmente aiuta a sviluppare una mentalità più aperta e giocosa nei confronti del sesso, il che non è sicuramente un male.

Anche in questo caso ci sono diversi livelli in cui immergersi nella pratica. Si passa dal classico “infermiera” o “idraulico” fino a ricreare situazioni che nella vita reale sarebbero tragiche, come il “rapimento” e la “violenza sessuale”. Scoprire cosa potrebbe piacere a vostra moglie è il modo migliore per farle vivere al massimo questa esperienza e, anzi, chiederlo e farle proporre il ruolo da recitare la renderà attiva e propositiva.

Tirando le conclusioni

Come avrai letto dai precedenti punti, ogni situazione ha il suo modo migliore per essere affrontata, ma tra tutte c’è una costante: la calma e il muoversi a piccoli passi.

Ricorda che non stai cercando di convincere una donna a caso a fare del sesso particolare, ma stai cercando di convincere la tua ragazza. 

Questo vuol dire che se saprai giocare bene le tue carte, ti sarai aperto una o più strade che potrai percorrere nel futuro della vostra vita sessuale.

Se invece lo rendi un trauma per lei, te la sarai bruciata per tutta la vita (o almeno finché starai con con questa ragazza).

Non ho detto questo per spaventarti, ma per renderti consapevole della posta in gioco. Quindi affronta sempre le cose un passo alla volta, stando attento alle sue reazioni.

Crea sempre un clima di complicità prima di fare qualcosa.

Ad esempio: vorresti provare il sesso all’aperto? Non cominciare tirandolo fuori e piegandola in avanti sul pullman, non funziona in questo modo e credo anche che sia illegale.

Ma partire da un bacio, poi da una carezza furtiva e infine a un massaggio sono i modi migliori per renderla elastica all’idea e stuzzicare il suo lato più perverso.

Ci vuole calma e sangue freddo e capisco che sia più facile a dirsi che a farsi in questi momenti, ma tutto il tempo che investirai nel farla sentire a suo agio, sarà ben ripagato in futuro!