Home » racconti erotici » La collega universitaria mi ha fatto venire in ascensore

La collega universitaria mi ha fatto venire in ascensore

RISPONDI ALL'ANNUNCIO

Era un giorno come tanti altri, e non pensavo di trovarmi in una situazione tanto strana quanto piacevole: la mia collega infatti mi ha fatto provare una sensazione di piacere estrema, cosa che difficilmente mi è capitato in altre situazioni.

L’ascensore del piacere.

seno prosperosoEravamo in ascensore, io e Paola, la mia collega dell’università, con la quale ho provato queste emozioni incredibili.
Paola è una ragazza come tante altre, ma è molto attraente e provocante: tutti noi abbiamo un debole per lei, e questo lei lo sa.
Ma quello che non sapevo è che anche Paola provava un’attrazione per me, e quando eravamo soli giocavamo e scherzavamo, come fanno due buoni amici di vecchia data.
Ma come spesso accade, l’amicizia tra uomo e donna non esiste, o per meglio dire, questa viene a mancare nel momento in cui l’attrazione diventa molto presente.
Nell’ascensore ci ritrovammo io e Paola, e col suo modo di fare provocante e seducente, mi sentivo molto a mio agio, e sentivo che dentro di me cresceva la voglia di poter stare con lei.
Il solo vederla muoversi e mettere in mostra il seno mi faceva agitare ed eccitare, e sentivo dentro di me una voglia strana, che generalmente provo solo con chi mi attrae sessualmente.
Il viaggio in ascensore è stato breve, circa due piani, ma per me è stato lunghissimo e ricco di piacere.

Un piacere infinito.

sesso in ascensorePaola decise di avvicinarsi e di chiedermi diverse cose sulla lezione, e con una mano continuava a gesticolare, parlando di diversi argomenti.
Ma quando la ragazza si avvicinò molto di più, sentivo che il mio corpo stava impazzendo: sentire la sua calda voce, vederla dritta negli occhi e soprattutto vedere il suo seno provocante, che stava stretto nella camicia rossa, mi faceva letteralmente impazzire.
Paola decise di mettere in pratica le sue armi di seduzione, e mi confessò i suoi sentimenti: inizio dunque a strofinarsi sul mio corpo, cosa che mi faceva impazzire, e lentamente si avvicinò sempre di più a me.
Quest’insieme di sensazioni e situazioni mi faceva veramente eccitare: sentire le gambe di Paola passare sulle mie, e vederla sempre più provocante mi eccitava.
Prima di baciarmi però, l’ascensore arrivò al piano nel quale dovevamo arrivare: come se fosse accaduto nulla, Paola decise di salutarmi e se ne andò, allegra come non mai.
Quello che Paola non sa, e che nessuno oggi conosce, è il fatto che nel frattempo, con tutto quell’insieme di comportamenti, la mia cara amica Paola nell’ascensore mi aveva fatto letteralmente esplodere e venire, cosa che mi aveva fatto rilassare molto e dato tanto piacere.

CONTATTAMI IN PRIVATO