Gli uomini sono creature semplici: fagli vedere una figa o un bel paio di tette e saranno soddisfatti.

Il mio uomo per fortuna non è così, ha un gusto leggermente più ricercato e io, con la mia passione per gli outfit sexy, penso si essere per lui quanto più vicino ci sia ad una anima gemella per le sue perversioni.

Infatti, ho sempre amato indossare dell’intimo ricercato e sotto gli abiti, di solito sempre molto provocanti, ho sempre indossato della lingerie molto, ma molto sexy abbinandola spesso con un paio di scarpe adatto.
So quanto gli uomini impazziscano per le donne che sanno indossare per bene i tacchi, facendo ondeggiare i fianchi e snellire le gambe e ogni volta che gli occhi di qualcuno vengono attirati dai miei fianchi ondeggianti o dalle mie gambe, la mia micina si bagna un po’.
Il mio ragazzo, Teo, mi ha avvicinata qualche mese fa proprio perchè era rimasto attirato dalla guepiuere che si intravedeva dalla giacca di tailleur che avevo indossato per la festa di compleanno di una amica comune.

tacchi-vogliosa
Quella stessa sera aveva avuto modo di vedere il completo nella sua interezza mentre, seduto sul suo divano, io imbastivo il mio classico numero di stip tease: lentamente levai la giacca e la gonna, mostrando una guepiuere nera con riposti di raso in rosso dove c’erano le cuciture; del pizzo nero semitrasparente copriva poi l’area del seno, nascondendo la nudità senza però lasciare assolutamente nulla all’immaginazione visto che, tra le maglie del tessuto, era possibile intravedere l’intera mammella e il piccolo capezzolo che la sormontava.

Alla guepiere erano collegati, con degli elastici rossi come i riporti in raso, due calze autoreggenti anche’esse con decori di pizzo neri e rossi sui bordi.

Infine il pube era coperto da uno striminzitissimo perizoma anch’esso tutto nero con decori di raso rosso, con l’area del monte di venere fatta interamente di pizzo, in modo che la vagina e il ciuffo di peli ben curato che la sormontava fosse ben visibile attraverso le maglie.

Questo lo fece impazzire, ma non per questo si affrettò a strapparmi di dosso quei pezzi di abbigliamento, anzi! Mi fece ballare per lui e io lo feci con piacere, mi struscia addosso al suo corpo e sentii il suo pene cercare con tutte le sue forze di sfondare la stoffa dei pantaloni che indossava.

Quando alla fine facemmo sesso, accadde solo dopo che lui mi aveva levato con cura ogni pezzo di quel completino leccando e baciando tutto ciò che vi era al di sotto.

Fu una serata magica che mi spinse a coltivare ancora di più quella passione per la biancheria intima ricercata e, ad essere sincera, tale passione divenne via via sempre più spinta.
Non dimenticherò mai l’eccitazione di indossare per strada il completo guepiere/perizoma/calze leopardato sotto un risicato vestitino, e voi sicuramente vi starete chiedendo il perchè.

Beh, la verità è che sia la guepiere che il perizoma avevano delle aperture strategiche sul seno e sul pube, perciò, con la minigonna e l’ambia scollatura, il rischio di rimanere praticamente nudi davanti a tutti era molto più che papabile, e la cosa mi eccitò così tanto che, incuranti del rischio, ci appartammo in un vicolo lì vicino e lo facemmo, constatando l’estrema comodità di avere della lingerie con buchi appositi per facilitare certe pratiche estremamente piacevoli!
Ultimamente poi, io e Teo siamo rimasti piuttosto affascinati da una moda che impazzata su internet, soprattutto tra gli amanti del Paese del Sol Levante, ovvero quella che viene chiamata “Neko Lingerie”, ovvero della biancheria intima con motivi che ricordano la forma stilizzata di un gatto, principalmente la forma della sua testa.
Teo fu così sorpreso da questa scoperta che subito mi regalo un completo coordinato e ben presto mi ritorvai vestita con uno sfizioso toppino nero con riporti rosa pastello molto aderente, che mi fasciava per bene le tette ma che le faceva praticamente trabordare dall’apposito buco a forma di testa di gatto proprio al centro del petto; risicate mutandine coordinate con due etremità trinagolari che ricordavano le orecchie di un gatto e che potevano tranquillamente slacciarsi dal lato; delle scape con tacco medio con sopra un fiocchetto e, per finire, un collarino con campanello e orecchie da gatto.

Potrà sembrare strano, ma anche quell’outfit si è rivelato estremamente comodo per scopare, soprattutto la finestra sul seno sembra ideata appositamente per le spagnole.

Provare per credere, non ve ne pentirete assolutamente!